Anna Maria Mazzetti intervistata da Dario 'daddo' Nardone sabato 9 settembre 2017 al Grand Prix Triathlon Cesenatico

Anna Maria Mazzetti intervistata da Dario 'daddo' Nardone sabato 9 settembre 2017 al Grand Prix Triathlon Cesenatico

12 settembre 2017
Commenti

A Cesenatico un week end… pazzesco!

Due giorni intensi e vissuti come al solito al massimo, con grande passione e amore per uno sport che è capace sempre di sorprendere...

Amo il triathlon, forse si è intuito, forse l’ho fatto capire negli ultimi 22 anni della mia vita…

E ora più che mai, anche gareggiando un po’ meno, ma sempre presente sui campi gara, riesco a gustarmelo ancora di più, riuscendone a cogliere le sfumature e soprattutto ho la possibilità di raccontarlo in maniera ancora più precisa.

Il 9 e 10 settembre, il mio #daddotour 2017 mi ha portato in quel di Cesenatico, “scortato” dalla mia Emanuela e da Barbara, in arte coccina e ziabà.

In programma, un fine settimana con 3 gare: il Grand Prix e il triathlon super sprint il sabato, il triathlon olimpico la domenica.

Voglio dirlo subito: poter lavorare con un team come il TT Cesenatico è per me davvero un privilegio!

E’ un gruppo unito e solidale composto da ragazzi disponibili, pronti e sorridenti. E guidato in maniera sapiente da Ermanno, capace di delegare, dare fiducia e far crescere i suoi collaboratori.

In questa due giorni decisamente c’è stato da remare, anche forte e in tutti i sensi, e nessuno si è tirato indietro.

Tutto è cominciato sabato mattina, alle 6.00, quando proprio da Piazza Costa, cuore pulsante della manifestazione Triathlon Cesenatico Italia 2017, è partita la Morning Run, di 6K, guidata dal mitico Albo, per scoprire e ammirare Cesenatico in un modo simpatico e alternativo.

E poi via per prepararsi per le due gare veloci, con in campo diversi tra i migliori triatleti italiani e alcuni big stranieri.

Alle 13 gli uomini, con Gabor Faldum che dà spettacolo, così come il nostro Davide Uccellari e poi alle 14.30 con una gara femminile che semplicemente è già entrata nella storia del triathlon per via del suo incredibile arrivo…


IL RACCONTO DELL’ARRIVO PAZZESCO DI ANNA MARIA MAZZETTI


Anna Maria Mazzetti e Mathilde Gautier (suo malgrado) sono entrate nella storia del triathlon, sicuramente italiano, ma non solo.

Un video, ormai virale (mitica ziabà!), che racconta gli ultimi 30 secondi di una gara avvincente e tirata fino all’ultimo centimentro.

Non sono rimasto senza parole, ma dal tono della mia voce e dalle mie parole si capisce bene quanto questo epilogo mi abbia sorpreso, esaltato e divertito. Davvero PAZZESCO3!

Annina, uno scoiattolo rosso fuoco con il cuore da leonessa. Questo è quello che mi viene in mente se ripenso a quegli attimi…

Terminato il Grand Prix, subito pronti a tuffarsi nel triathlon super sprint con tantissimi neofiti pronti a laurearsi triatleti!

Sempre bellissimo accogliere gli atleti al traguardo del loro primo triathlon, sul loro viso si legge un misto di stupore ed eroica soddisfazione, a prescindere dalla lunghezza dei percorsi. Fantastico

Fine prima giornata, un po’ di lavoro al pc, un po’ di doveroso relax e poi… pronti per il day 2, piuttosto umido direi.

Le previsioni davano tanta pioggia e… ci hanno azzeccato! Niente triathlon, si passa a un duathlon, c’è un po’ di amarezza da parte degli atleti, ma daltronde non era possibile fare altrimenti.

Al traguardo comunque la festa c’è eccome, con Uccio che fa il bis e dopo il terzo del giorno prima, si porta a casa con classe la sua vittoria.

E tra le donne invece, ancora una volta una volata, meno tirata di quella del giorno prima, ma comunque appassionante: con un sorriso scintillante, Gloria Cisotto vince davanti a Roberta Maule.


Dario ‘daddo’ Nardone e, a destra, Andrea Marchesi di Radio Deejay premiamo a Cesenatico i triatleti del super sprint di sabato 9 settembre 2017


L’organizzazione rema forte e bene, compatta e decisa a centrare l’obiettivo, si deve far fronte a diversi problemi, ma si arriva bene alla fine, le premiazioni al bagno Milano.

Ormai siamo alla conclusione e si cominciano a salutare i tanti amici incontrati nel fine settimana.

Deejay Francky ci fa ballare tutti e con Andrea Marchesi, direttamente da Radio Deejay (media partner insieme ad FCZ dell’evento romagnolo), chiudiamo con le premiazioni e mandiamo tutti a casa.

Bello e divertente lavorare con Andrea, mi era già capitato quest’anno in occasione del Deejay Triathlon e mi auguro ricapiti presto!

Ci rimettiamo in macchina e le mie due angeliche accompagnatrici mi concedono anche di rilassarmi e riposare un po’ mentre loro si sparano gran parte del viaggio di ritorno, sotto il nubifragio e con una coda colossale.

Per ringraziarle, sparo per un’ora e mezza a nastro una serie imbarazzante di #daddoride… Mi sa che la prossima volta mi fanno guidare, in silenzio!

Siamo a casa, si svuota l’auto e si pensa già a settimana prossima… Road to Croazia, Ironman 70.3 Pula!

Perché il #daddotour 2017 è ancora lungo e pieno di tappe affascinanti!

#sivainarena
#daddocè
#ioTRIamo


DEEJAY 6 TU DI LUNEDI’ 11 SETTEMBRE, AL MINUTO 10 ANDREA SALUTA IL DADDOOOO!

20170911


Perché... #ioTRIamo!


TRI-SHIRT




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: